La Via della Croce
23 marzo - 15 aprile 2018

La Via della Croce
"Matera per l'Aquila"
con la straordinaria esposizione della "Bolla del Perdono"

Quest'anno la Pasqua a Matera è incorniciata da una Mostra d'arte dedicata alla Passione di Cristo; è poiché l'arte è un veicolo potente dell'etica e dei valori più preziosi, la voce di Matera , amplificata dal suo ruolo di Capitale Europea della Cultura 2019, vuol prestarsi per dar forza alla voce di una Città colpita otto anni fa dalla tragedia del sisma e che strenuamente combatte per risorgere: L'Aquila.

L'Aquila partecipa portando in esposizione a Matera il simbolo di se stessa, il cuore pulsante della collettività, il segno dell'unione e della condivisione, conservato nella Torre del Palazzo Civico: la "Bolla del Perdono", ossia la pergamena che reca il testo dell'indulgenza plenaria donata da Papa Celestivo V alla città e al mondo nel 1294.
 
La Via della Croce, fil rouge della mostra la Via Crucis realizzata in esclusiva per Matera dall'autore d'arte Marco Rindori con richiami ai Sassi e al paesaggio delle Murge, riprodotta a rilievo su tavole per consentirne la visibilità tattile.
Saranno esposte opere di vari artisti, Bettoni, Butler, Butini, Celli, Cherilli, Marchionni, Mastroberti, Prosperi, Vanni, Vinazzani oltre ad uno straordinario manufatto in cartapesta eseguito dall'artista Francesca Cascione su ideazione e progetto del maestro Francesco Artese. 




SAVE THE DATE

La Via della Croce 
"Matera per L'Aquila"

23 marzo / 15 aprile 2018
Ex ospedale San Rocco - Piazza S. Giovanni - Matera

Orari mostra:   ore 10.00 - ore 21.00 
Costo:  € 5,00 per persona (gratuito per under 10)


SEGRETERIA ORGANIZZATIVA 
info e prenotazione:
---------------------------------------
Matera Convention Bureau 
tel. 0835/339401
cell. 388/1935238





La mostra è organizzata nell'Ex Ospedale San Rocco di Matera in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio della Basilicata.
L'organizzazione della mostra e la presenza delle opere sono state possibili grazie all'impegno culturale e istituzionale del C.P. Club per l'Unesco di Matera, in sinergia con il Club per l'Unesco dell'Aquila, soci della Federazione Italiana Club e Centri per l'Unesco che aderisce all'iniziativa.